Recensione – Patria ( Enrico Deaglio )

Libro PatriaPatria è il nuovo libro di Enrico Deaglio, disponibile da poche settimane nelle librerie per Il Saggiatore. Il testo, novecento pagine, racconta quello che è accaduto in Italia negli ultimi trent’anni, dal 1878 al 2008. Ogni anno raccontato in un capitolo, per cinquecento paragrafi complessivi. C’è in questo libro tutto quello che ci è piovuto addosso in un trentennio che sembra breve , ma è intensissimo. L’anno che da vita al libro è il 1978, anno del sequestro Moro, da lì si snoda una galoppata lungo un tragitto costellato di cronache nazionali e locali, spesso dimenticate ed allo stesso tempo rievocate dall’autore attraverso una prosa magistrale.
Degno di nota il paragrafo che cita Papa Paolo VI quando nella basilica di san Giovanni in Laterano implorò: “Dio, perchè non mi hai ascoltato?”. E’ quello il giorno in cui si celebrò il funerale di Aldo Moro a Roma, in forma solenne. La famiglia dello statista democristiano, invece, aveva fatto officiare una cerimonia privata nel cimitero di famiglia di Torrita Tiberina. Non voleva un funerale di stato. Il paragrafo che racconta questa storia è lapidario e si intitola: “Il funerale senza Dio e senza bara”.
Patria vale la pena di essere letto per il suo modo di correre senza freno nella narrazione di ogni storia, ognuna legata all’altra indissolubilmente. Si ha la sensazione, leggendolo, di guardare una pellicola cinematografica che non ha intervallo fra primo e secondo tempo. In quella pellicola c’è un pezzetto di storia, ci siamo dentro tutti noi.

Oreste Di Vito

Leave a Reply