Formia 09/09/09 Prostitute a Berlusconi: Carolina del Grande Fratello finisce nell’inchiesta di Bari

carolina marconiCarolina Marconi, show girl formiana di origini venezuelane, celebre per aver partecipato a un’edizione del Grande Fratello e avere a seguito lavorato in diversi programmi televisivi tra cui La tintoria su Rai 3, On the Road su Italia 1 e, più recentemente, nel 2008, alla soap opera di Rai Tre Un posto al sole d’estate, sarebbe tra la trentina di donne che Gianpaolo Tarantini, imprenditore pugliese indagato dalla Procura di Bari per corruzione, favoreggiamento della prostituzione e cessione di cocaina, avrebbe accompagnato alle feste del premier Silvio Berlusconi. Tarantini nel corso delle sue deposizioni ieri rese pubbliche dal Corriere della Sera si è soffermato più volte sugli incontri organizzati con volti noti della tv. A proposito della bella formiana, Tarantini ha dichiarato agli investigatori: «In occasione di un incontro a casa del presidente Berlusconi, a Roma, il 23 settembre 2008 invitai Francesca Garasi che giunse con tre sue amiche, Carolina Marconi, attrice di Canale 5, Geraldine Semeghini, che nell’estate 2008 era responsabile del privé del Billionaire, che si presentò con una sua amica, e Maria Teresa De Nicolò. In quella circostanza mi limitai a ospitare Geraldine Semeghini e la sua amica, ma l’unica che ebbe un incontro intimo fu la De Nicolò». E ancora: «Il 23 dicembre portai Carolina Marconi e Graziana Capone a casa del presidente limitandomi a pagare le spese di viaggio e di soggiorno alla sola Graziana e nessuna delle due rimase». Aggiunge Tarantini: «Le presentavo come mie amiche e tacevo che a volte le retribuivo». Posto che Carolina non si sarebbe mai fermata nel famoso lettone di Putin, come quest’estate è stato più di una volta chiamato, come ha anche detto Tarantini, non ci appare strano che la ragazza avesse tutto l’interesse a coltivare l’amicizia con il presidente del consiglio. Magari il sindaco Michele Forte, pensandoci meglio, potrebbe assegnare a lei l’assessorato alle pari opportunità che si dice a breve sarà dato a una donna. Un dialogo diretto con il premier non guasta mai. O no?

Leave a Reply