Elezioni Cassino – controlli della Polizia di Stato ai gazebo elettorali

elezioni cassino amministrative 2011Elezioni Cassino – 27 Aprile 2011. Un’operazione della Squadra Informativa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cassino ha effettuato nel pomeriggio di ieri un controllo a tappeto relativo alla rimozione dei manifesti elettorali esposti al di fuori degli spazi elettorali. In pratica si è fatto richiamo alla norma di legge, la 212 del 1956, relativa alla disciplina della propaganda elettorale che fissa regole e norme ben precise a partire dal trentesimo giorno precedente la data fissata per le elezioni. I gazebo, da poche settimane presenti in città, sono stati controllati a tappeto in seguito a diverse segnalazioni pervenute al commissariato di Cassino. La normativa in questione ribadisce il divieto di ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso in luogo pubblico: da tale divieto vengono escluse le sedi di partito. Gli uomini del Commissariato, coordinati dal vicequestore aggiunto Francesco Putortì e dal sostituto commissario Enzo Pittiglio, hanno altresì verificato la presenza di volantini nei gazebo: la legge del 1956 prevede infatti anche il divieto di lancio di volantini in luogo pubblico. Da Corso della Repubblica a viale Dante, l’intero centro è stato controllato dalle Forze dell’Ordine: più di cento fra gazebo, manifesti e cartelloni sottoposti al vaglio della Polizia. Al termine dell’operazione sono stati fatti rimuovere tutti cartelloni ed i manifesti in palese contrasto con la normativa vigente. Va rimarcato il fatto che, oramai da diversi giorni, i manifesti, le bandiere ed i volantini elettorali, si erano moltiplicati quasi a dismisura, tanto da richiamare l’attenzione della stessa Polizia Municipale che ha effettuato una serie controlli sugli stessi appena martedì scorso. La normativa in materia di propaganda elettorale prevede, oltre alla rimozione del materiale esposto al di fuori degli spazi elettorali o in palese contrasto con la legge n.212, una sanzione amministrativa: una multa che varia da un minimo di 103 euro ad un massimo di 1032 euro.

Leave a Reply