Considerazioni personali sui sistemi operativi

Linux WindowsIn questi ultimi anni è avvenuta, a mio parere, una vergognosa snaturazione del software “sistema operativo” soprattutto tra alcuni prodotti commerciali. Il sistema operativo è “IL” principale software del computer e ha la delicata funzione di creare un linguaggio comune tra i componenti del computer e l’essere umano che deve usarli per qualsiasi operazione voglia fare. Il sistema operativo è tanto più buono quando rende la comunicazione tra utente e macchina semplice e immediata per l’utente e permette a quest’ultimo di sfruttare al massimo l’hardware del proprio computer che ha pagato fior di quattrini.
Ad oggi molti prodotti commerciali tendono a sfruttare solo per il loro funzionamento la maggior parte delle risorse del computer, che dovrebbero essere usate per lavoro o divertimento.
Es.:
1) Windows Vista da al vostro computer il voto sulle prestazione per il suo corretto funzionamento. Nel caso ottengo un voto sufficiente o non sufficiente che faccio? installo solo il sistema operativo e poi con il computer non posso fare più nulla? o se voglio fare qualcosa prima di vedere avviare un programma qualsiasi ho il tempo di andare a prendere un caffè?
2) Ho un computer portatile comprato nel 2000 con caratteristiche eccezionali per quel periodo e funziona ancora benissimo, ha l’hard disk 20 Gb e dopo aver eseguito tutti gli aggiornamenti del sistema operativo disponibili ad oggi (8 Aprile 2008) mi ritrovo metà dell’hard disk utilizzato solo dal sistema operativo e dai suoi aggiornamenti, installo un minimo di programmi che possono essere utili…. e i miei dati dove li metto?
Questo è un problema anche dei software. La maggior parte di quelli che si trovano in commercio tendono a fare troppe cose e male, richiedono molte risorse per funzioni che magari non verranno mai utilizzate.
E spesso sotto la falsa scusa delle semplificazione vengono in effetti rallentate e complicate, con un numero sempre maggiore di click del mouse, operazioni che si potrebbero eseguire con semplici singoli comandi.
Provate a configurare la vostra rete domestica con Windows Vista.
Ammetto che spesso ricordo con nostalgia gli anni della mia infanzia e in particolare il vecchio MS-DOS o le prime versioni di Microsoft Windows (3.1 – 3.11). Ricordo era divertente l’informatica, anche con prodotti commerciali, il bello di usare il computer non era tanto giocare ai video games ma era riuscire ad avviarli, cercando di gestire tramite l’editing dei file autoexec.bat e config.sys la memoria del computer o magari giocherellare con con i file batch e i programmi di compressione come l’arj.exe per creare automazioni per il backup dei propri dati o ancora modificare tramite QBasic il vecchio Nibbles ora Snake.
La soluzione a questi problemi, l’ho trovata utilizzando sistemi Unix compatibili come i vari GNU/Linux e sistemi della famiglia BSD. Personalmente amo ed utilizzo sia per lavoro sia per divertimento Debian GNU/Linux dal dicembre del 2000 con la versione “Potato” e NetBSD più recentemente. Questi sistemi mi hanno permesso di imparare tantissime nuove cose e tante ne imparerò utilizzandoli. Mi hanno fatto tornare quella felicità infantile di usare il computer per passione, cosa che avevo perso per colpa dei noiosissimi e infiniti click e di tutte le procedure guidate e plug and play tanto di moda che tendono solo a rendere le persone svogliate e con una conoscenza superficiale delle tecnologie informatiche.

Ok, mi sono sfogato ora massacratemi!!! 😉

Leave a Reply