Coreno Ausonio – Rifiuti nella provincia del Casertano e del Basso Lazio

Sindaco Coreno Ausonio Domenico CorteIl sindaco del comune di Coreno Ausonio, Domenico Corte, ha portato all’attenzione dell’ultimo consiglio comunale la questione dell’interramento di rifiuti nella provincia del Casertano e del Basso Lazio. Dopo la pubblicazione dei verbali del pentito di camorra, Carmine Schiavone, si è fatta sempre più incessante la preoccupazione per gli eventuali inquinamenti ambientali che vedrebbero coinvolti anche alcuni comuni della provincia di Frosinone. Da qui la presa di posizione del sindaco di Coreno,comune, va ricordato, confinante con quel tratto della provincia di Latina attenzionato dagli inquirenti: “Abbiamo deciso di vederci chiaro- ha sottolineato il primo cittadino- dopo le ultime dichiarazioni di Schiavone e per questo parteciperemo alla prossima riunione della Consulta dei Sindaci che dovrebbe tenersi a breve per decidere con tutti i sindaci del territorio di adottare il metodo di mappatura del sottosuolo messo in campo, dalla Guardia di Finanza di Pratica di Mare in collaborazione con l’Università di Aversa già in altri comuni che,attraverso gli aerei dotati di sistema di monitoraggio iperspettrale, sono in grado di verificare l’eventuale presenza di rifiuti interrati”. Il costo elevato di tali operazioni non sarebbe tuttavia sostenibile per un solo comune e proprio in ragione di tale ostacolo si è’ fatta strada la possibilità di monitorare in più comuni la mappatura del sottosuolo riducendo sensibilmente le spese. A tale iniziativa si è’ aggiunta un’ulteriore proposta sempre in sede di consiglio comunale relativa alla istituzione di un registro comunale delle patologie tumorali: ” Tale iniziativa – ha concluso il primo cittadino- va nella direzione di monitorare i casi di malattia nel nostro territorio al fine di individuare, le cause che hanno visto purtroppo crescere, negli ultimi anni, in maniera sensibile nel nostro territorio le persone colpite dal cancro”.
Oreste Di Vito