Basso Lazio 06/09/09 Roby Tour 2009: attese oltre 1000 moto per la settima edizione

Tutto è quasi pronto. I centauri stanno terminando le ultime verifiche alle loro motociclette. Anche quest’anno il Roby-Tour è pronto a scatenare emozioni. Domenica prossima, il raduno è fissato alle 8.30 al Centro commerciale Itaca di Formia con partenza alle 11.30, prende il via il settimo Roby Tour. Presenti gli Sbandieratori di Minturno ‘Le tre torri’. Il percorso è ormai noto: dopo aver lasciato Formia si procede fino al Parco Nazionale d’Abruzzo e di lì attraverso splendide località dell’appennino quali Forca d’Acero, Opi, Pescasseroli, Anversa degli Abruzzi, Scanno, Villetta Barrea. Ma se si vuole comprendere come nasce il Roby Tour, una manifestazione capace di coinvolgere oltre 1000 motociclisti, un po’ di storia non guasta che è proprio Roby a raccontare: «Il Robytour inizia nel 2003 con un semplice giro di telefonate tra amici ed un passaparola ‘senza impegno’. L’unico obiettivo era quello di trascorrere una giornata in moto con alcuni amici entusiasti e appassionati». E la passione per le moto d’altronde è sempre stato uno degli argomenti preferiti dei clienti e conoscenti di Roby, animatore della Pizzeria Rustica in piazza della Libertà a Gaeta, all’imbocco della frequentatissima via Indipendenza. Per questo motivo il noto locale gaetano, spesso si è trasformato in un punto di incontro tra varie culture, non solo quella motociclistica, ma anche musicale e sportiva. Continua Roby: «Il 21 settembre di sei anni fa, una spensierata passeggiata si è tramutata in un vero e proprio motoraduno estemporaneo con la partecipazione di circa 170 centauri, che, dopo l’esaltante esperienza, hanno tenuto acceso il ricordo dell’evento per un intero anno, tanto da stimolarmi a replicarlo l’anno successivo». E il secondo Robytour del 2004 ha letteralmente sfondato, con ben 323 presenze tanto che Roby si è convinto a replicare annualmente, fissando una data fissa: la seconda domenica di settembre. Nell’ aprile del 2005 è stato realizzato il sito (www.robytour.it) che ha contribuito notevolmente ad incrementare la partecipazione fino a 535 centauri nel 2005, a circa 1000 nel 2006 e, a oltre 1100, nel 2007. Nel 2008 poi, nonostante le pessime previsioni meteo, oltre 550 centauri hanno messo in luce l’irriducibilità e la passione che accomuna i veri motociclisti. «Il motivo principale dell’enorme successo – spiega Roby – é che al Tour si partecipa in assoluta libertà, è aperto a tutti, singoli o associati, senza obblighi e senza corrispondere quote di iscrizione od altro. L’unica cosa richiesta è passione, entusiasmo e prudenza». Se domenica sarà una bella giornata, la speranza è che si possa battere il record di partecipanti del 2007.

Leave a Reply