Ausonia 07/07/09 Il consigliere comunale Aldo Germanelli sul consiglio comunale del 4 luglio

Pubblichiamo, per gentile concessione del sito Ausonia Legalità e Sviluppo, l’intervento del consigliere comunale Aldo Germanelli sull’ultimo consiglio comunale del 4 luglio

“Sabato scorso si è tenuto un consiglio comunale con due soli punti all’ordine del giorno, adempimenti di legge che richiedevano una rapida trattazione. E infatti il consiglio è durato poco, neanche mezz’ora, più o meno il ritardo con il quale la maggioranza è solita presentarsi alle sedute consiliari…
Al consiglio non hanno partecipato perché assenti i consiglieri Mario Tomas e Mario Stabile.
Bisognava innanzitutto individuare ai sensi dell’art. 96 del Testo Unico degli Enti Locali quali organismi dovevano essere ritenuti come non indispensabili per il funzionamento dell’amministrazione comunale.
Individuate come indispensabili le commissioni comunali elettorali e per i giudici popolari, quelle cioè che approntano gli elenchi dei cittadini da nominare, rispettivamente, come scrutatori nelle tornate elettorali e come membri delle giurie nei processi in Corte di Assise, è restata fuori e, quindi, eliminata come non necessaria la commissione edilizia.
Il Sindaco ha illustrato la proposta di deliberazione, spiegando che la commissione edilizia è organo consultivo non obbligatorio. A questo scopo, ha aggiunto, nei giorni precedenti era stata convocata una riunione con tutti i tecnici professionisti del nostro comune per illustrare le ragioni di questa soppressione.
Ho fatto notare che non tutti i tecnici di Ausonia erano stati invitati a questo riunione. Io, per esempio, sono venuto a conoscenza di questa riunione solo in consiglio. Deve essersi trattato di un banale disguido, ovviamente…
Comunque, tutto il consiglio si è trovato d’accordo con la soppressione della commissione edilizia e ha votato all’unanimità. Da oggi un progetto verrà vagliato e approvato dai tecnici comunali responsabili, con un indubbio snellimento dell’iter procedurale.
Poi il Consiglio ha affrontato il tema dell’integrazione del piano triennale delle opere pubbliche. Il piano è quell’elenco di LL.PP. che l’amministrazione ha in corso o per il quale ha ottenuto o richiesto finanziamenti.
Noi membri dell’opposizione abbiamo richiesto alcune spiegazioni al neo assessore Cardillo.
Io, per esempio, ho chiesto conto del mancato inserimento nel piano triennale dei lavori di completamento del parcheggio alla Croce. Mi è stato risposto che nella bozza definitiva del piano, ma non in quella che era stata sottoposta all’attenzione della minoranza, quei lavori erano stati inseriti. Ne ho preso atto, sperando che nel futuro l’opposizione sia messa in condizione di conoscere per tempo ed esattamente gli atti da deliberare.
Raffaello Colacicco ha caldamente invitato l’amministrazione a fare in modo che i finanziamenti ottenuti per la scuola media venissero impiegati, se possibile, all’adeguamento della struttura alla normativa antisismica. Il Consiglio tutto ha fatto proprio questo auspicio.
L’integrazione al piano triennale è stata approvata con il voto favorevole di tutta la maggioranza presente, di Raffaello Colacicco e con l’astensione del gruppo di “Ausonia Legalità e Sviluppo”.
Come ho già detto, è stato un consiglio breve e dal contenuto leggero seppur eminentemente tecnico, che non è stato noioso proprio per la sua brevità.
Forse è stata proprio questa (lo scarso interesse e la brevità, per l’appunto) la ragione che ha indotto il Sindaco a non indire quella riunione dei Capigruppo da lui promessa al momento dell’insediamento, una riunione per regolamentare la ripresa video del consiglio comunale in modo che tutti i cittadini possano assistere al consiglio.
Io credo che ci siano tutte le condizioni perché i capigruppo si esprimano nel senso di autorizzare la ripresa e la diffusione delle immagini del consiglio, facendo così un buon servizio alla cittadinanza, alla trasparenza e alla democrazia. Sicuro che anche il Sindaco senta come proprie queste esigenze, attendo fiducioso che questa riunione dei capigruppo sia presto convocata. Da parte mia, non mancherò di ricordarglielo ogni volta. Prima o poi, ne siamo sicuri, ci darà una risposta”.

Aldo Germanelli

Leave a Reply